domande dei lettori
La rubrica è tenuta da Cinzia Boschiero, giornalista professionista specializzata in tematiche comunitarie, esperta di progetti di ricerca della Commissione europea. Docente e scrittrice, socia di WILEurope, AIJPF, Fondazione Bellisario.
A lei potrete anche chiedere informazioni o sottoporre quesiti 'comunitari' scrivendo a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .




Più attenzione per la natura
Gentile Cinzia,
sarà forse per l'avanzare dell'età, ma mi accorgo di apprezzare molto di più la natura. Ma mi chiedo, non ci sono autorità o fondi europei in grado di fermare la cementificazione di tante aree in Europa e in Italia? Ci sono laghi, fiumi, torrenti, monti etc che vengono deturpati giorno dopo giorno da scelte malsane di costruzioni anche inutili. Cosa si sta facendo in Europa per tutelare il territorio ?
Ermanna Loprete

Gentile Ermanna,
la natura è molto seguita a livello europeo. Ci sono programmi come Lifeplus che cofinanziano progetti di tutela del territorio, oltre che delle piante e degli animali autoctoni.
Inoltre ci sono i fondi Fas che vengono gestiti dalle Regioni per la tutela del territorio. Ad esempio in Lombardia gli interventi hanno delle priorità sulla base delle quali sono stati selezionati, su 910 progetti proposti, i 160 da realizzare. Il commissario straordinario della Regione Lombardia, Carlo Maria Marino per la tutela del territorio, sottolinea che l'Accordo di Programma ha due terzi di fondi regionali e un terzo di fondi nazionali, con un budget complessivo di 217,6 milioni di euro.
Gli interventi sono previsti in aree a rischio idrogeologico e per opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. Certo, non basta monitorare e intervenire per tempo : i dati confermano che in Italia, rispetto all'Europa si cementifica di più e senza tutelare l'equilibrio naturale.
Tra i progetti cofinanziati dall'Unione europea c'è il progetto Dinamo in Molise per la rinaturalizzazione di argini fluviali mediante l'utilizzo di specie autoctone. L'intervento è stato realizzato lungo gli argini dei Torrenti Mergola e Tecchio situati a ridosso della costa Molisana. Grazie alle opere di ingegneria naturalistica è possibile sia rafforzare gli argini, sia contemporaneamente rinaturalizzare le sponde, rendendo anche fruibile l'area. Peccato che in Italia sino pochissimi i Comuni che utilizzano queste tecniche. Molto valido è il Laboratorio di Ecologia e Geomatica Forestale ( www.ecogeofor.unimol.it) dell'Università del Molise che segue il progetto europeo Dinamo.

Cinzia Boschiero

 
Che possibilità ci sono in Europa per l'ICT?
Ho 49 anni e mi sono specializzato nel settore dell'ICT (Information and Communication Technology). Mi chiedo se in Europa non ci sia qualche possibilità anche per noi esperti e di una certa età, visto che in Italia invece pare cerchino solo giovani nel mio ambito lavorativo. Grazie Marco Liviti

Le segnalo che ad esempio nel suo settore può fare domanda e inviare il suo cv alla Commissione europea che sta cercando esperti per il settore ICT. La data del 30 settembre 2013 è il termine ultimo per presentare la propria candidatura come esperti nel settore Ict per il programma europeo denominato Cip-Psp e fare consulenza sui progetti da valutare e da cofinanziare. 
Sempre entro il 30 settembre 2013 si possono inoltrare le proprie candidature per essere inseriti nell'elenco degli esperti di Ict che possono collaborare con la Commissione europea nella valutazione e controllo dei progetti relativi al programma europeo denominato Safer Internet.

Cinzia Boschiero

Inviate le vostre domande a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 


Banner
Banner

feed-image Feed Entries


© 2011 Lifely - Reg. al Trib. di Milano al n. 467 del 14 Set 2011
Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.